ACCEDI AL Leggo.it


oppure usa i dati del tuo account

Pellegrini: "Contro il Napoli ci sarò"

Pellegrini: Contro il Napoli ci sarò

ROMA - «Col Napoli ci sarò». Sfrontato e sintetico Pellegrini lo è in campo e lo è stato anche ieri fuori Villa Stuart, dove si è sottoposto alla risonanza magnetica che ha diagnosticato «un edema post distrattivo al soleo destro». Il recupero, calcolato a partire da domenica ovvero dal giorno dell’infortunio, è stabilito in 7-10 giorni. Secondo i medici Pellegrini tornerà a disposizione al massimo entro mercoledì e avrà tre giorni per prepararsi in vista del Napoli. Una sfida che Lorenzo dovrebbe giocare da titolare dopo la bella prestazione di San Siro. Anche perché le condizioni di Strootman preoccupano maggiormente. Gli esami per l’olandese hanno evidenziato «i postumi contusivi nella porzione anatomica compresa tra muscolo quadricipite e muscoli adduttori della gamba sinistra con evidenza di una estesa quota di ematoma muscolo-fasciale». Il club non comunica i tempi di recupero che dovrebbero superare i 7 giorni. Essendo però una zona molto delicata, per Kevin non verranno corsi rischi: convocazione probabile, impiego difficile.

Nonostante le pressioni del ct Advocaat di averlo anche solo per alzare l’umore dello spogliatoio - il centrocampista non risponderà alla chiamata dell’Olanda impegnata con Bielorussia e Svezia per sperare nei play off. Ma la concorrenza di Pellegrini per una maglia da titolare non si fermerà a Roma-Napoli. Il ragazzo di Cinecittà, ricomprato per 10 milioni da Monchi ed esploso al Sassuolo proprio con Di Francesco, sta scalando anche il gradimento dei tifosi. Ieri, in un sondaggio su ForzaRoma.info, il 72% dei votanti ha preferito Lorenzo a Strootman anche perché l’olandese è ancora alla ricerca della forma migliore dopo i due anni di calvario. Si prospetta quindi una lunga staffetta tra le due mezzali. Una buona notizia per la Roma anche perché più Pellegrini gioca, più sale il prezzo e quindi le difficoltà degli altri club di pagare la clausola. Trenta milioni è infatti il parametro di riferimento che il calciatore e il club hanno associato a quota 20 presenze di almeno 45’. A seconda se Pellegrini giocherà più o meno di 20 gare, la clausola potrà scendere (di 1,5 milioni per ogni gara al di sotto delle 20 stabilite) o salire (di 1 milione per ogni partita in più). Tradotto: meno gioca, più c’è il rischio di perderlo a giugno. Sul centrocampista c’è da tempo l’interesse del Manchester United che ha inviato un emissario a San Siro dopo averlo già visionato col Verona. Anche Guardiola, però, ci sta facendo un pensierino per il City, così come Conte per il Chelsea.


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Mondiali 2018, ecco chi è il giocatore più anziano che scenderà in campo
Video

Mondiali 2018, ecco chi è il giocatore più anziano che scenderà in campo

  • Paola Ferrari e la chiusura dello storico programma Rai: soppresso 90° minuto?

    Paola Ferrari e la chiusura dello storico...

  • Bebe Vio presenta Giochi senza Barriere 2018: «Noi supereroi, sempre pronti alle sfide»

    Bebe Vio presenta Giochi senza Barriere...

  • Nadal leggendario, conquista per l'11esima volta il Roland Garros

    Nadal leggendario, conquista per...

  • Morte Astori, il giocatore si sarebbe potuto salvare se non fosse stato solo in camera

    Morte Astori, il giocatore si sarebbe potuto...

  • Karius e le papere in finale di Champions: il portiere aveva un trauma cranico dopo lo scontro con Sergio Ramos

    Karius e le papere in finale di Champions:...

  • Russell Crowe il Gladiatore Roma

    Russell Crowe il Gladiatore Roma

  • Gli auguri di Balotelli per il compleanno di Insigne

    Gli auguri di Balotelli per il compleanno di...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

BASKET