ACCEDI AL Leggo.it


oppure usa i dati del tuo account

Milan-Spal, tocca a André Silva. Montella: "Deve inzaghizzarsi"

Milan-Spal, tocca a André Silva. Montella: Deve inzaghizzarsi

«I giocatori che non hanno bisogno di dimostrare tutto ogni volta sono pochi...». Vincenzo Montella giustifica così il cambio della guardia in attacco questa sera a San Siro nel primo turno infrasettimanale di stagione contro la Spal dell'amico Semplici. Dentro André Silva, fuori Nikola Kalinic, dimenticato Cutrone. 

«La competizione interna è fondamentale. Prima l'accettano e meglio è per loro e per l'allenatore. Io scelgo gli attaccanti in base alle caratteristiche e alla condizione fisica». E contro la piccola Spal bisogna cambiare: avanti il portoghese all'esordio da titolare in campionato che vuole conquistare San Siro dopo aver segnato a mezza Europa (già 5 reti). Montella però lo avvisa: «Deve essere più cinico, deve avere più rabbia da gol, in questo deve ancora crescere. Dovrebbe Montellizzarsi? Può essere, o magari Inzaghizzarsi». L'unica certezza con la Spal è lui, «dopodiché valuterò il secondo attaccante. E chissà che non possa essere un centrocampista». 

Confermato Suso, insomma, «un giocatore importantissimo e ora sarà più sereno col rinnovo del contratto vicino». Poi insiste sul ruolo: «In campo può fare grandissime cose e col tempo si abituerà a giocare dieci metri più dentro al campo. Anche se forse, magari non se n'è mai accorto, ma lo ha sempre fatto». Qualcosa cambierà anche in mezzo al campo: Calhanoglu e Bonaventura insieme? «Possono giocare tutti e due. Calhanoglu può giocare più avanti in questo sistema di gioco. Lui ha fatto e farà le fortune degli attaccanti». Ma al di là delle scelte, conta vincere per tenere il passo Champions: «Sarà una partita che si risolverà sulle giocate dei singoli». La Spal degli ex Borriello e Paloschi? «E' una squadra molto organizzata. Una squadra completa. Bisogna essere pronti mentalmente, capire il tipo di partita e non avere frenesia. Escludendo la partita di Roma non ho mai trovato una prestazione insufficiente dal punto di vista difensivo. Non sono preoccupato se subiamo gol da tre partite consecutive, se ne facciamo uno in più degli avversari sono sereno...».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Mondiali 2018, ecco chi è il giocatore più anziano che scenderà in campo
Video

Mondiali 2018, ecco chi è il giocatore più anziano che scenderà in campo

  • Paola Ferrari e la chiusura dello storico programma Rai: soppresso 90° minuto?

    Paola Ferrari e la chiusura dello storico...

  • Bebe Vio presenta Giochi senza Barriere 2018: «Noi supereroi, sempre pronti alle sfide»

    Bebe Vio presenta Giochi senza Barriere...

  • Nadal leggendario, conquista per l'11esima volta il Roland Garros

    Nadal leggendario, conquista per...

  • Morte Astori, il giocatore si sarebbe potuto salvare se non fosse stato solo in camera

    Morte Astori, il giocatore si sarebbe potuto...

  • Karius e le papere in finale di Champions: il portiere aveva un trauma cranico dopo lo scontro con Sergio Ramos

    Karius e le papere in finale di Champions:...

  • Russell Crowe il Gladiatore Roma

    Russell Crowe il Gladiatore Roma

  • Gli auguri di Balotelli per il compleanno di Insigne

    Gli auguri di Balotelli per il compleanno di...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

BASKET