ACCEDI AL Leggo.it


oppure usa i dati del tuo account

Roberta Vinci, casa svaligiata: «Presi i miei trofei, non i miei ricordi»

Roberta Vinci, casa svaligiata: «Presi i miei trofei, non i miei ricordi»

Spiacevole disavventura per Roberta Vinci, vittima nei giorni scorsi di un furto nella propria abitazione. Un fatto che ha spinto l'azzurra a una riflessione, con un post sul proprio profilo Instagram. «Non sono solita condividere troppi dettagli della mia vita personale perché preferisco parlare di sport ma mi concederete uno strappo alla regola in questa occasione. Qualche giorno fa nella mia casa di Taranto ho ricevuto la spiacevole visita di un gruppo di ladri che mi ha rubato oggetti di valore economico più o meno grande. Tra le cose che mi sono state sottratte però ce n'erano alcune il cui valore economico per me non è nemmeno paragonabile a quello affettivo: i trofei che ho vinto nel corso della mia carriera», scrive la Vinci.

«Dal giorno in cui ho preso in mano la racchetta per la prima volta fino ad oggi ho lavorato, fatto fatica, sudato per il tennis e per realizzare i miei obiettivi in questo sport. Quei trofei, nonostante siano un semplice simbolo, mi ricordano ogni giorno perché ancora mi alleno, scendo in campo e provo a migliorarmi in ogni occasione», prosegue la tennista pugliese. «Rubare questi trofei è stato un gesto di viltà e stupidità ma mi piacerebbe far sapere a chi ora ne è in possesso che i ricordi, le lacrime, il sudore, la fatica, i sorrisi, l'impegno e i sacrifici per raggiungere questi obiettivi non potrà portarli via nessuno, né a me né alle persone che con me hanno camminato lungo questo pezzo di strada», conclude l'azzurra.


 

 

Non sono solita condividere troppi dettagli della mia vita personale perché preferisco parlare di sport ma mi concederete uno strappo alla regola in questa occasione.  Qualche giorno fa nella mia casa di Taranto ho ricevuto la spiacevole visita di un gruppo di ladri che mi ha rubato oggetti di valore economico più o meno grande. Tra le cose che mi sono state sottratte però ce n'erano alcune il cui valore economico per me non è nemmeno paragonabile a quello affettivo: i trofei che ho vinto nel corso della mia carriera.  Dal giorno in cui ho preso in mano la racchetta per la prima volta fino ad oggi ho lavorato, fatto fatica, sudato per il tennis e per realizzare i miei obiettivi in questo sport.  Quei trofei, nonostante siano un semplice simbolo, mi ricordano ogni giorno perché ancora mi alleno, scendo in campo e provo a migliorarmi in ogni occasione.  Rubare questi trofei è stato un gesto di viltà e stupidità ma mi piacerebbe far sapere a chi ora ne è in possesso che i ricordi, le lacrime, il sudore, la fatica, i sorrisi, l'impegno, i sacrifici per raggiungere questi obiettivi non potrà portarli via nessuno, né a me né alle persone che con me hanno camminato lungo questo pezzo di strada. 😔😢🏆

Un post condiviso da Roberta Vinci (@robertavinci1) in data:



© RIPRODUZIONE RISERVATA



La Lazio festeggia 118 anni di storia, fuochi d'artificio e fumogeni in piazza della Libertà
Video

La Lazio festeggia 118 anni di storia, fuochi d'artificio e fumogeni in piazza della Libertà

  • Venditti sbaglia l'inno alla festa di Natale della Roma, il video di Max Giusti

    Venditti sbaglia l'inno alla festa di...

  • Le acrobazie al Campionato mondiale di Surf 2017

    Le acrobazie al Campionato mondiale di Surf...

  • Buon compleanno Milan

    Buon compleanno Milan

  • Derby di Belgrado, alta tensione tra Partizan e Stella Rossa

    Derby di Belgrado, alta tensione tra...

  • Tifo da matti, invasione di campo con l'auto

    Tifo da matti, invasione di campo con...

  • Mertens napoletanissimo, canta il brano di un neomelodico: "Abbracciame cchiù forte"

    Mertens napoletanissimo, canta il brano di...

  • Lorenzo Insigne, il suo goal umilia l'ex allenatore dell'Italia Ventura: ecco cosa è successo

    Lorenzo Insigne, il suo goal umilia l'ex...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

BASKET