Il bacio di Lara per Higuain: ecco il regalo per il 26° in campionato

immagine Il bacio di Lara per Higuain: ecco il regalo per il 26° in campionato
Un bacio di Lara, la venticinquenne argentina che gli ha rubato il cuore, immortalato dallo scatto del fotografo del sito Napoli Magazine: così il Pipita ha festeggiato il gol numero 26 in campionato e la vittoria contro il Chievo. Gonzalo è scappato via in fretta dopo il successo per 3-1 contro la formazione di Maran, niente interviste e una doccia veloce: a fine partita nel ventre del San Paolo, c'era ad attenderlo la sua fidanzata, Lara Wechsler, che è tornata a Napoli da un paio di settimane, la ragazza che ha dato serenità al Pipita, uno dei segreti di questa sua stagione fantastica.

Erano attesi ad una cena di compleanno con amici e dovevano scappare via.Sorridente Gonzalo, saluta prima un amico all'altezza della zona Mixed, dove ci sono giornalisti, fotografi e operatori, poi varca la porta e cammina nel corridoio che porta alla scaletta di collegamento in alto verso la zona tribuna dove i calciatori vanno via in auto o taxi. Lì c'è ad attenderlo Lara, i due si baciano in pubblico, una novità, perchè la coppia finora non era mai stata intercettata: tutti e due amano la privacy e stare lontani dalla luce dei riflettori.Un bacio della ragazza che ama, il premio più bello per super Higuain che lotta per vincere la Scarpa d'Oro e segue solo Cristiano Ronaldo, il suo ex compagno di squadra nel Real Madrid. Lara è a Napoli da una quindicina di giorni, il Pipita abita a Parco Matarazzo, la stessa location a via Tasso che scelse Cavani, ma in un'abitazione diversa, una casa dalla quale l'argentino si gode la vista sul Golfo.

Da quindici giorni sono con lui a Napoli anche mamma Nancy e papà Jorge, anche se i due sabato sera non erano allo stadio: circondato dall'affetto dei familiari, dopo le due giornate di stop, Gonzalo è tornato a segnare a Firenze e si è ripetuto sabato al San Paolo.La chiave di accesso della sua vita privata è affidata soltanto alla sua famiglia: mamma Nancy, papà Jeorge e fratello Nicolas, che sono anche i suo agenti, e qualche amico strettissimo. Lara gli ha dato un'infinità serenità, 25 anni, una ragazza di Buenos Aires che Gonzalo conosce già da un paio di anni: s'incontrarono per la prima volta a Madrid, ai tempi in cui l'argentino giocava nel Real e la ragazza argentina in quel periodo stava concludendo gli studi. Lontana dal mondo dello spettacolo e dalla luce dei riflettori, sportiva per passione e non per attività agonistica, un mondo quindi completamente diverso da quello del Pipita.







(ulteriori approfondimenti su Il Mattino in edicola o su www.ilmattino.it