ACCEDI AL Leggo.it


oppure usa i dati del tuo account

Milan, Li Yonghong rompe il silenzio e annuncia querele: "Campagna mediatica inaccettabile"

Milan, Li Yonghong rompe il silenzio e annuncia querele: Campagna mediatica inaccettabile

«Il processo di acquisizione di Ac Milan si è sempre svolto con la massima trasparenza, regolarità e correttezza, col supporto e la consulenza di advisor finanziari e legali di livello internazionale. Tutte le procedure sono state seguite nel pieno rispetto delle leggi e delle prassi vigenti». Ecco la prima presa di posizione sulla sua scalata rossonera da parte di Li Yonghong, affidata a una nota dopo aver partecipato in videoconferenza al cda del club, che ha rimodulato gli aumenti di capitale (era attesa l'ultima tranche da 11 milioni per completare il primo da 60 milioni), alla luce di «un miglioramento della performance finanziaria di oltre 20 milioni», e ha vagliato le «varie alternative» per rifinanziare il debito da 303 milioni con Elliott, in scadenza a ottobre. 



L'investitore cinese che ad aprile ha acquistato il Milan dalla Fininvest di Silvio Berlusconi per 740 milioni, inclusi i 220 di debiti, in questi mesi non ha fatto nulla per uscire dall'alone di mistero che lo avvolge, rompendo il silenzio solo con una lettera di auguri natalizi ai dipendenti e un tweet di incoraggiamento dopo la vittoria nel derby di coppa Italia. E ha reagito alla pubblicazione tre giorni fa su La Stampa e sul Secolo XIX della notizia di un'inchiesta con l'ipotesi di riciclaggio, sulla vendita del club, smentita dal procuratore capo di Milano, Francesco Greco, anche in mattinata nell'incontro di circa mezz'ora con lo storico avvocato di Berlusconi, Niccolò Ghedini, e il legale di Fininvest, Salvatore Pino.

In Procura, nelle scorse settimane, è arrivata una relazione della Guardia di finanza su tre 'segnalazioni di operazioni sospettè trasmesse dall'Unità di informazione finanziaria di Bankitalia alle Fiamme Gialle, su cui il pm Fabio De Pasquale dovrà effettuare accertamenti e valutazioni, per decidere se aprire o meno un fascicolo. Secondo quanto ha voluto precisare, Li Yonghong «in quanto parte coinvolta nella vicenda», «tutti gli Istituti finanziari, sportivi e le authority coinvolti hanno ricevuto nei tempi previsti la documentazione necessaria o richiesta per valutare ed approvare non solo il processo di 'closing' ma anche i requisiti della nuova Proprietà ora alla guida del Club».

«Ciò che ho letto in questi giorni - è la conclusione del presidente rossonero - nella nota preparata con gli avvocati - non riflette nel modo più assoluto la realtà dei fatti. Ritenendo pertanto la mia persona, il Gruppo che presiedo, e A.C. Milan S.p.A. parti lese di questa spiacevole e inaccettabile campagna mediatica, basata su congetture e informazioni non corrette, ci riserviamo di avviare tutte le opportune azioni legali al fine di tutelare al meglio l'immagine, la reputazione e la consistenza economica delle società del Gruppo A.C. Milan Spa». 


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Tanti auguri Gigi Buffon, 40 anni da numero uno
Video

Tanti auguri Gigi Buffon, 40 anni da numero uno

  • Totti gioca a calcetto al circolo "Canottieri Aniene"

    Totti gioca a calcetto al circolo...

  • Insigne sostituito: scambio di battute con lo staff tecnico. Il video del tifoso è virale

    Insigne sostituito: scambio di battute con...

  • "Dio mi ha dato le nuove scarpette da calcio". Pelé col deambulatore commuove tutti

    "Dio mi ha dato le nuove scarpette da...

  • Sci, storica tripletta azzurra in Coppa del Mondo

    Sci, storica tripletta azzurra in Coppa del...

  • Sci, Elena Fanchini si ferma: "Ho un tumore"

    Sci, Elena Fanchini si ferma: "Ho un...

  • La Nazionale di calcio compie 108 anni

    La Nazionale di calcio compie 108 anni

  • La Lazio festeggia 118 anni di storia, fuochi d'artificio e fumogeni in piazza della Libertà

    La Lazio festeggia 118 anni di storia,...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

BASKET