ACCEDI AL Leggo.it


oppure usa i dati del tuo account

Icardi-Perisic, l'arma in più dell'Inter: gol e assist subito a raffica

Icardi-Perisic, l'arma in più dell'Inter: gol e assist subito a raffica

Icardi-Perisic: nessuno meglio di loro per gol ed assist. Numeri alla mano, 7 reti in due sulle 8 di squadra e, per non farsi mancar niente, anche il passaggio vincente del croato a Vecino per il gol del 3-1 all'Olimpico, e per il 100% di potere decisionale in questo avvio di stagione.

Con Luciano Spalletti al comando, è cresciuto il tasso d'incidenza di Mauro Icardi ed Ivan Perisic sulle fortune dell'Inter e il merito è anche (e soprattutto) del tecnico di Certaldo, che ne ha intuito le potenzialità fin dai primi giorni di ritiro, convincendo l'ex Wolfsburg a (ri)sposare la causa dopo l'intesa di massima con lo United e ritrovandosi ora con la migliore coppia della serie A dopo 3 giornate. Per il capitano cinque centri in totale: due doppiette a Fiorentina e Roma e il rigore, by Var, che ha aperto le danze contro la Spal. Per Perisic due reti, l'ultima da cineteca con una volée di precisione e potenza nel 7, a chiudere i conti con gli emiliani, e già tre assist, a conferma del passato mal di pancia e della ritrovata voglia di Inter del 28enne di Spalato. A certificarlo, infatti, non solo le statistiche da top player, ma anche il rinnovo, con ritocco dell'ingaggio verso l'alto (da 3 mln a 4,6 mln a stagione più bonus) ed inserimento di clausola milionaria (sugli 80 mln), appena firmato con Suning. 

Blindato, come Mauro Icardi, che, a stretto giro di posta, dovrebbe vedersi con la società per rivedere stipendio e clausola di recesso (attualmente di 110 mln). A differenza di un anno fa, quando a battere cassa fu Wanda Nara, questa volta l'input è arrivato dall'Inter, preoccupata dalle nuove valutazioni di mercato e pronta ad adeguare la clausola di Maurito ai prezzi di Mbappé (180 mln) e Neymar (222 mln), posizionandosi a metà strada e concedendo, ovviamente, qualcosa ad Icardi in termini d'ingaggio. Più che probabile, infatti, un ritocchino dello stipendio verso l'alto (da 5,2 mln a quasi 6 milioni), oltre a un prolungamento di un anno. Ma, nell'attesa, il rosarino è concentrato solo sul campo e sull'impegno di sabato a Crotone. 

Ieri allenamento alla Pinetina e Spalletti è tornato a parlare dopo il silenzio di domenica: «Ho a che fare con professionisti eccezionali, siamo sulla strada giusta, stiamo lavorando tutti insieme per migliorare ancora perché per andare dove tutti si auspicano c'è ancora da diventare squadra più forte».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



Ventura esonerato, Tavecchio resta in sella: le reazioni al termine della riunione in Federcalcio
Video

Ventura esonerato, Tavecchio resta in sella: le reazioni al termine della riunione in Federcalcio

  • Disastro Italia, Lotti: "Il calcio va rifondato e accettiamo suggerimenti"

    Disastro Italia, Lotti: "Il calcio va...

  • Italia fuori dal Mondiale, Ventura: "Chiedo scusa agli italiani"

    Italia fuori dal Mondiale, Ventura:...

  • Svezia-Italia 1-0, il videocommento di Ugo Trani

    Svezia-Italia 1-0, il videocommento di Ugo...

  • Pauroso incidente sul surf: schiena rotta per Andrew Cotton

    Pauroso incidente sul surf: schiena rotta...

  • Ghoulam a testa bassa dopo gli esami a Villa Stuart

    Ghoulam a testa bassa dopo gli esami a Villa...

  • Di Francesco: "Voglio la Roma di Londra. Schick ha problemi a calciare"

    Di Francesco: "Voglio la Roma di...

  • Pelè, il re del calcio, compie 77 anni

    Pelè, il re del calcio, compie 77 anni

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

BASKET