ACCEDI AL Leggo.it


oppure usa i dati del tuo account

Donnarumma, la versione di Raiola: "Gigio via per colpa del Milan e di Mirabelli"

Donnarumma, la versione di Raiola: Gigio via per colpa del Milan e di Mirabelli

Le parole dell'agente Mino Raiola sul caso Donnarumma sono arrivate e sono tutte contro il Milan («E' colpa loro se siamo arrivati a questa scelta...») e contro l'atteggiamento del suo direttore sportivo («Mirabelli si deve prendere le sue responsabilità»). Una conferenza stampa per pochi, a casa sua a Montecarlo con i microfoni sul tavolo di cucina.

Parole che hanno spiegato la sua posizione e quella, soprattutto, di Gianluigi Donnarumma di non firmare il rinnovo proposto dal Milan. Dubbi continui sulla nuova proprietà e un mercato non di primissima fascia, tra le ragioni che hanno spinto il numero 1 a non firmare con il Milan. Non solo: anche l'eccessiva fretta sul rinnovo posta dalla nuova società. Raiola ribadisce che la scelta resta di Donnarumma certamente ora entrato nel mirino di Real Madrid, Manchester United e Psg. L'accordo infine «poteva essere trovato solo con inserimento di una clausola ma non alle loro cifre». 

Nel pomeriggio, prima della difesa di Raiola, aveva parlato il ds rossonero Massimiliano Mirabelli che ha deciso di cambiare strategia, fare un passo indietro rispetto a qualche settimana fa e alla posizione di Marco Fassone. Niente tribuna forzata, per carità. «E' l'allenatore che fa le scelte: non esiste dire che farà panchina o tribuna, non sta né in cielo né in terra - assicura -. Questo vale per tutti non solo per Donnarumma, ma anche per gli altri giocatori e quelli che arriveranno». Poi ancora: «Donnarumma è un grandissimo campione, un grandissimo ragazzo e un giocatore del Milan. Per questo nella prossima stagione certamente giocherà ancora con noi». Mirabelli, infine, svela di aver parlato con il giocatore dopo la decisione del giocatore di non rinnovare il contratto. «Certo, anche se è con la Nazionale Under 21 non devo per forza andare in Polonia per parlarci».

Parole al vento. Ora c'è da scegliere un altro portiere, un numero, ben sapendo che nessuno farà sconti, Genoa compreso. Mattia Perin (ieri Mirabelli ha incontrato l'agente, Lucci) costa 15 milioni più bonus, Neto almeno 12. Due nomi tra i principali candidati a prendere il posto di Donnarumma che, al di là delle dichiarazioni di facciata, è destinato a lasciare Milanello, a far rientrare i cinesi' di qualche milione speso finora nel mercato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 19 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 08:49

Insigne, lo scudetto per la 10 di Maradona
Video

Insigne, lo scudetto per la 10 di Maradona

  • Colpo alle spalle e manda l'avversario ko: gli spettatori salgono sul ring e si vendicano

    Colpo alle spalle e manda l'avversario...

  • MotoGp: Pedrosa in pole al Montmelò, disastro Rossi

    MotoGp: Pedrosa in pole al Montmelò,...

  • Giallorossi contro, la lite tra Manolas e Dzeko al termine di Grecia-Bosnia

    Giallorossi contro, la lite tra Manolas e...

  • Attentato a Londra, i giocatori arabi non rispettano il minuto di silenzio

    Attentato a Londra, i giocatori arabi non...

  • Francesco Totti con i bambini della "Totti soccer school"

    Francesco Totti con i bambini della...

  • La Juventus sconfitta torna in Italia, questa è l'accoglienza

    La Juventus sconfitta torna in Italia,...

  • Juventus-Real Madrid, che attesa a Cardiff: i bianconeri con il sogno del triplete

    Juventus-Real Madrid, che attesa a Cardiff:...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

BASKET