ACCEDI AL Leggo.it


oppure usa i dati del tuo account

Eurolega, l'Olimpia cade ancora: Milano ko (100-79) a Kazan, ira Repesa

Eurolega, l'Olimpia cade ancora: Milano ko (100-79) a Kazan, ira Repesa

Doccia gelata per l’Olimpia. Nella trasefrta russa di Kazan, Milano cade nuovamente in Eurolega. Vittoria per l’Unics dell’ex Langford (100-79 il finale). Sotto accusa, ancora una volta, la porosa difesa. Non bastano le buone prove offensive di McLean (16 punti) e Hickman (12). Devastante, dall’altra parte, Langford, MVP del match (25 punti, 8/13 al tiro).

Senza Gentile e Cerella (rimasti a Milano per infortunio), Jasmin Repesa dà nuovamente fiducia ad Abass. Partenza decisamente positiva per l’EA7 che vola subito sul 6-0. L’Unics non sta a guardare e risponde con un parziale di 10-0, con anche una tripla dell’ex biancorosso Langford. La difesa milanese non è perfettamente registrata e il punteggio premia i padroni di casa. L’atavico problema dell’Olimpia si materializza: troppi canestri subìti. A fine primo quarto, Milano concede la bellezza di 35 punti. Un’enormità. Nel secondo periodo, l’EA7 parte convinta, tornando a -6.

Poi incredibile inatteso calo di tensione dei biancorossi e Kazan che torna in controllo del match (57-43 all’intervallo). Repesa si fa sentire negli spogliatoi perché l’intensità, soprattutto in difesa, alla ripresa è notevole. Kazan perde fiducia in attacco e Milano torna a -5 (66-61). Ancora una volta, i biancorossi non completano la rimonta, complici un paio di errori grossolani. L’Unics torna in doppia cifra di vantaggio. L’Olimpia non ci sta e, con la difesa, resta comunque in scia. Decisivo l’ultimo periodo. Langford inizia a mettere a segno canestri pesanti. Milano barcolla. La difesa resta il limite dei ragazzi di Repesa. Langford e compagni ricominciano a segnare con troppa facilità. Sopraggiunge anche il nervosismo che porta tante, troppe palle perse.

Niente rimonta, vince l’Unics. Per l’EA7 terza sconfitta consecutiva in Eurolega, la sesta totale (a fronte di sole quattro vittorie). Amaro Repesa a fine match: «Inutile parlare di viaggi o troppe partite, perché vale per tutte le squadre. Energia e concentrazione non erano adeguate».


© RIPRODUZIONE RISERVATA



La Lazio festeggia 118 anni di storia, fuochi d'artificio e fumogeni in piazza della Libertà
Video

La Lazio festeggia 118 anni di storia, fuochi d'artificio e fumogeni in piazza della Libertà

  • Venditti sbaglia l'inno alla festa di Natale della Roma, il video di Max Giusti

    Venditti sbaglia l'inno alla festa di...

  • Le acrobazie al Campionato mondiale di Surf 2017

    Le acrobazie al Campionato mondiale di Surf...

  • Buon compleanno Milan

    Buon compleanno Milan

  • Derby di Belgrado, alta tensione tra Partizan e Stella Rossa

    Derby di Belgrado, alta tensione tra...

  • Tifo da matti, invasione di campo con l'auto

    Tifo da matti, invasione di campo con...

  • Mertens napoletanissimo, canta il brano di un neomelodico: "Abbracciame cchiù forte"

    Mertens napoletanissimo, canta il brano di...

  • Lorenzo Insigne, il suo goal umilia l'ex allenatore dell'Italia Ventura: ecco cosa è successo

    Lorenzo Insigne, il suo goal umilia l'ex...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

CALCIO

FORMULA1

BASKET